Distretto Urbano del Commercio di Saronno: i commercianti si aggregano per sostenere il commercio di vicinato.

Il Distretto Urbano del Commercio di Saronno, sinteticamente DUC, è l’aggregazione di soggetti pubblici e privati finalizzata a rivitalizzare il centro cittadino e favorire lo sviluppo del commercio.

La città di Saronno vanta da sempre una fama internazionale legata alle due principali eccellenze dell’arte culinaria, ossia i famosi biscotti di pasticceria, gli amaretti, e al rinomato liquore che prende il nome dagli stessi. Per questo motivo, soventemente, la città di Saronno viene anche chiamata “La Città degli Amaretti”.

Dal punto di vista del settore terziario, Saronno ricopre notevole importanza sia per la presenza dei servizi sanitari (ospedali e studi medici e altre strutture sanitarie) sia dei sevizi pubblici (scuole di primo e secondo grado, servizi postali, strutture ludiche, centri culturali, religiosi e sportivi) ma anche per una fervida attività commerciale. Perciò, i numerosi servizi offerti rendono Saronno un punto di riferimento per i comuni limitrofi e uno dei luoghi più significativi dell’organizzazione territoriale.

Contesto territoriale in cui nasce il DUC di Saronno: esigenze e motivazioni

Saronno si colloca geograficamente nella provincia di Varese, nell’Altomilanese, all’intersezione fra le province lombarde di Como, Milano e Monza Brianza.

Saronno è ai vertici della classifica regionale in tema di mobilità e accessibilità. In particolare si possono individuare tre modalità per attraversare il territorio:

La stazione di Saronno (Ferrovienord) è un nodo fondamentale di interscambio della rete regionale (linee Saronno-Milano, Saronno-Laveno, Novara-Seregno, Saronno-Como), del Servizio ferroviario suburbano di Milano (Linea S1, Linea S3 e a partire dal 9 dicembre 2012, anche della prolungata Linea S9) e del Malpensa Express, gestiti da Trenord.

Grazie all’Autostrada A9 (LainateComo Chiasso), direttamente collegata alla città tramite gli svincoli “Saronno” e “Origgio-Uboldo”.

Diverse arterie a grande traffico, tra cui la “Varesina” la SP 527 “Bustese” verso Busto Arsizio e Monza.

Fatta questa premessa, risulta facile dedurre che, grazie a questo continuo scambio di persone e merci, il processo di terziarizzazione è cresciuto in maniera esponenziale nel tempo sino a raggiungere le vette di eccellenza territoriale di cui si accennava in apertura. Ma non solo, perché questo crocevia attribuisce alla città di Saronno la connotazione di “snodo socio- economico- culturale”.

Storicamente, in seguito al fenomeno della “desertificazione” dei piccoli centri urbani a favore dei grandi centri urbani per via dell’industrializzazione, anche Saronno ha subito la medesima dinamica. Ma non solo: Saronno ha dovuto anche confrontarsi con l’imponente l’arrivo della grande distribuzione nelle province adiacenti, mettendo così a dura prova il commercio urbano.

È proprio per questo motivo che la città di Saronno ha fortemente abbracciato il progetto dei Distretti Urbani del Commercio al fine di rivitalizzare il proprio centro storico, tra l’altro il più ampio della Provincia di Varese, rilanciando l’alta qualità del commercio di vicinato che da sempre connota il “salotto” cittadino.

Percorso evolutivo e Governance del DUC

Per rendere operativo questo progetto è stato fondamentale l’aspetto sinergico e il costante impegno dei principali attori, ossia: l’Amministrazione Comunale, le Associazioni di Categoria ed i singoli commercianti operanti nel Distretto del Commercio. Il Distretto Urbano del Commercio di Saronno si intende così costituito nel gennaio 2009 con l’Accordo di Distretto del Commercio di Saronno.

Sin dalla costituzione, il Distretto di Saronno ha indirizzato le proprie azioni verso la promozione e la comunicazione della propria specificità ed unicità con una continua opera di valorizzazione del contesto urbano di riferimento, non unicamente finalizzata all’abbellimento urbanistico dell’area ma, soprattutto, all’arricchimento dei connettivi sociali.

In tempi recenti il Distretto di Saronno ha deciso di fare un “salto di qualità” sia sotto il profilo della propria identità che dell’offerta commerciale verso i propri fruitori. È così che, a fine luglio 2014, si è irrobustita la struttura del Distretto del commercio costituendosi formalmente l’Associazione del Distretto Urbano del Commercio di Saronno i cui soci fondatori restano: Confcommercio Ascom Saronno, Confesercenti prov. Varese e Comune di Saronno.

Un’attenzione particolare nella definizione dell’area del Distretto si è rivolta al ruolo del commercio tradizionale come reale servizio di prossimità verso i residenti e, in particolar modo, verso le utenze deboli (anziani, diversamente abili, ecc.).

Considerando il Distretto come un’opportunità di valorizzazione dell’esistente e anche come volano di crescita e sviluppo del territorio e delle attività economiche e commerciali, nella visione complessiva del piano si vuole cogliere l’opportunità di agganciare le aree con maggiori difficoltà di sviluppo commerciale al progetto complessivo al fine di facilitarne la crescita e la nascita di nuova offerta a servizio della comunità.

treno
piazza-portici
ballo-piazza
banda
via-garibaldi
veduta-centro
chiostro-padre-monti

Help us improve the translation for your language

You can change any text by clicking on (press Enter after changing)